Seleziona una pagina

Tutto parte dal articolo 8 del decreto legislativo 102/2014, che include la direttiva europea 2012/27 sull’efficienza energetica, la quale prevede l’obbligo di effettuare la diagnosi energetica sia per le grandi imprese sia per le imprese che hanno un forte consumo di energia.

In seguito a questo decreto l’ENEA (Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile) ha diramato il documento ufficiale con le linee guida per effettuare il monitoraggio per le diagnosi energetiche.

 

Le linee guida di ENEA vanno applicate a due tipologie di imprese:

  • Le imprese mono sito che nell’anno hanno registrato un consumo superiore a 100 TEP ¹
  • Le imprese multi sito che nell’anno hanno registrato un consumo superiore a 10.000 TEP

Per le imprese che rientrano in una delle due categorie elencate si effettua inizialmente una Diagnosi teorica acquisendo i dati energetici dai contatori generali dello stabilimento.

Le diagnosi successive invece saranno effettuate tramite contatori ad hoc in modo da portare un costante miglioramento nei sistemi di strumentazione, controllo e gestione.

Se non vengono effettuate le diagnosi correttamente o a causa della mancanza dei dati ENEA può sanzionare le imprese interessate.

¹ TEP =Tonnellate Equivalenti di Petrolio

Per avere una descrizione di tutte le linee guida di ENEA potete collegarvi direttamente a questo Link:

http://www.efficienzaenergetica.enea.it/per-le-imprese/diagnosi-energetiche

+39 800 034 173

Via Radici in Piano, 475 – 41049 – Sassuolo (MO)